sabato 6 agosto 2022

Un capannone dedicato alla logistica nel borgo più bello della provincia di Varese ( Tornavento): Così ha deciso la giunta Rosa

 


Nella bella Tornavento, in un'area dove sarebbe dovuto nascere un albergo con servizi annessi, sorgerà un capannone dedicato alla logistica. La giunta Rosa così ha stabilito attraverso una delibera di giunta, dando il via all'iter per la variante al PGT (piano di governo del territorio). Il capannone sorgerà a pochi passi dalla bella Piazza di Tornavento.

Il progetto, proposto dal privato ed accolto favorevolmente dall'amministrazione comunale, qualora l'iter  riscontrasse parere positivo dagli enti preposti,   sorgerà nel borgo più bello della provincia di Varese.

La notizia ovviamente ha creato non pochi malumori tra gli abitanti della piccola frazione che si vedranno sorgere capannoni che andranno a deturpare il paesaggio e ad aumentare il traffico dei mezzi pesanti.

Il futuro della piccola frazione non è certo roseo; da borgo più bello a piccola cargo city.

D'altronde non ci si poteva aspettare di meglio da un sindaco che in più occasioni ha affermato che non ha necessità di confrontarsi con la popolazione in quanto eletta dai cittadini.

UDC

Lonate Pozzolo

venerdì 29 aprile 2022

Per Nadia Rosa la "ndrangheta non ha leso l'immagine del comune di Lonate Pozzolo








 

UN DELIRIO SENZA FINE 

In risposta alla nota diffusa dal gruppo Uniti e Liberi non possiamo che affermare il nostro sgomento per l’arroganza ancora una volta dimostrata dall’attuale maggioranza. Arroganza che a nostro avviso si sta trasformando in un delirio senza fine. Rispetto alla nostra interrogazione sul contezioso legale ci occorre riaffermare in primo luogo il principio democratico per cui l’opposizione ha il diritto di chiedere ed ottenere informazioni sull’azione amministrativa, anche se questo pare infastidire notevolmente il Sindaco e la sua maggioranza che, tra uno sbuffo e l’altro, credono di poter decidere cosa le opposizioni possono o non possono chiedere. In secondo luogo la maggioranza risponde ad una domanda da noi mai posta. Nessuno di noi ha rinnegato la scelta di costituirsi parte civile nel suddetto processo. Ricordiamo che questo passaggio è stato da noi votato in Consiglio Comunale e saremmo pronti a rifarlo domani. La nostra interrogazione puntava piuttosto a verificare i contenziosi aperti e chiedeva se potessero derivare danni da un’eventuale assoluzione degli imputati in un processo in cui il Comune sia parte civile. La risposta è stata negativa: nessun danno o conseguenza possibile. Di questo siamo soddisfatti, anche se non ne siamo certi e dunque vigileremo in tal senso. Tra l’altro abbiamo domandato perché il Comune non si sia costituito parte civile anche nei processi legati all’Ndrangheta. Anche lì vi era un evidente danno d’immagine per l’ente e occorreva prendere le distanze. La domanda non era però probabilmente gradita ed è stata ignorata. Da ultimo siamo stanchi dell’atteggiamento dispotico dell’attuale maggioranza che insulta (ad oggi l’Assessore Ferrario non si è ancora scusato, neanche privatamente, con il Consigliere Ausilia Angelino) ed alza la voce nel tentativo d’intimidire l’opposizione e coprire le proprie inadeguatezze, un atteggiamento vergognoso per chiunque, specie per degli amministratori pubblici. Noi non ci lasciamo imbavagliare. 

Gruppo Consiliare “Centrodestra per Lonate”

sabato 26 febbraio 2022

"OFFESE ALLA CONSIGLIERA ANGELINO IN CONSIGLIO COMUNALE"; FERRARIO E DERISI SI DIMETTANO

 

Giovedì sera 24 Febbraio durante un dibattito  in consiglio comunale a Lonate Pozzolo( luogo istituzionale ed espressione di democrazia)  in merito alle aree delocalizzate, l'assessore  al bilancio Angelo Ferrario si è reso protagonista di una frase infelice nei confronti della consigliera di minoranza Ausilia Angelino invitandola " a collegare  la bocca al cervello prima di parlare".

Ora, premesso che la richiesta della consigliera Angelino di affidare la manutenzione del verde delle aree delocalizzate alla SAP non era assolutamente impossibile; forse avrebbe richiesto un maggiore sforzo dell' amministrazione Rosa nei confronti di Regione Lombardia. Ma questo è un discorso a parte in quanto l'amministrazione comunale in questi quattro anni di governo ci ha dimostrato solo l'incapacità di gestire la cosa pubblica.

Tornando all'oggetto della discussione, riteniamo che la frase dell'assessore Ferrario nei confronti di  Ausilia Angelino sia inaccettabile e inconcepibile in un contesto democratico, ed il fatto che sia stata rivolta ad una donna ed in un luogo istituzionale, la  rende ancor più grave. Come grave è stata la mancata  presa di distanza nei confronti dell'assessore da parte del sindaco e dalla maggioranza che la sostiene; soprattutto da parte dell'assessore alla gentilezza e pari opportunità ( Melissa Derisi) , la quale ha preferito optare per il silenzio. A tal proposito saremmo curiosi di conoscere il pensiero della "redazione gentile", fortemente voluto dall'assessore competente...   

Per tale motivo, la segreteria UDC di Lonate Pozzolo  esprime piena solidarietà alla consigliera Ausilia Angelino , condanna fortemente le parole espresse dall'assessore Ferrario ed il silenzio della maggioranza e del sindaco Rosa.

A tal proposito, sarà nostra premura formalizzare al sindaco Rosa la richiesta di dimissioni degli assessori Ferrario e Derisi, in quanto palesemente incompatibili con il ruolo rivestito in un contesto democratico quale il consiglio comunale.


La segreteria 

UDC Lonate Pozzolo

lunedì 31 gennaio 2022

CON LA FINE DELL'UNIONE TRA LONATE P. E FERNO ADDIO ANCHE AL SERIZIO "INFORMALAVORO"


Spesso quando si cita lo scioglimento dell'Unione dei comuni tra Lonate P. e Ferno voluto unilateralmente dall'amministrazione comunale Lonatese, si pensa al disfacimento  del comando di Polizia Locale, della protezione civile e al limite al CED ( centro elaborazione dati), mai ad un servizio che per anni ha dato assistenza  per l'orientamento al lavoro, assistenza per la compilazione dei curriculum e indicazioni di ogni tipo a persone in cerca di lavoro, "InFormaLavoro"  ;  un servizio molto apprezzato dai cittadini, soprattutto dai giovani di ogni nazionalità. 

L'ufficio,  situato all'interno della stazione ferroviaria di Lonate Pozzolo-Ferno, fortemente voluto da entrambe le amministrazioni comunali precedenti e grazie al sostegno di Ferrovie Nord, è ora in disuso e in stato di abbandono a causa di una scelta politica che graverà pesantemente sul nostro comune; una scelta voluta dal sindaco Rosa e dalla maggioranza che la sostiene di "uniti e liberi" che non sarà dimenticata facilmente dalla nostra comunità. 

Sulla questione sarebbe interessante capire quale siano le intenzioni future dell'amministrazione comunale, sempre che ce ne siano, visto che su tale argomento regna il silenzio del sindaco Rosa e dell'assessore competente.

Ricordando questo prezioso servizio, riteniamo doveroso citare una persona che è stata alle dipendenze del comune di Lonate Pozzolo fino a pochi giorni  fa e che ha prestato servizio proprio in questo ufficio ( Roberto Vielmi), il quale, per scelta a noi sconosciuta, ha presentato le sue dimissioni dal comune di Lonate Pozzolo.

Roberto, molto conosciuto a Lonate, ha sempre messo passione e dedizione per questa attività, pertanto riteniamo doveroso ringraziarlo e auguragli un imbocca al lupo per la sua nuova esperienza lavorativa.


UDC lonate Pozzolo   

venerdì 21 gennaio 2022

La fusione della municipalizzata Sap in Agesp: accertato il fallimento della gestione ROSA-VERDERIO

 

Nel prossimo consiglio Lonatese verrà messo in votazione l'atto di indirizzo, il quale darà il via libera ad una fase conoscitiva tra Sap e Agesp col fine di arrivare ad una fusione con l'azienda di Busto Arsizio.

L'amministrazione comunale guidata dal sindaco Rosa si sta adoperando per rassicurare cittadini e dipendenti sul fatto che la eventuale fusione sarà indolore e salvaguarderà i posti di lavoro, insomma, si danno rassicurazioni ancor prima di presentare un business plane ( nero su bianco) su cui fare le dovute valutazioni.

La questione che non lascia dubbi in questa vicenda,  è che se si è arrivati a questo punto, e cioè che la SAP non è più in grado di correre con le sue gambe, è dovuto alla pessima gestione della municipalizzata da parte dell'amministrazione comunale Lonatese e del suo delegato, presidente Modesto Verderio ( pescato dai banchi della minoranza per le sue competenze in materia) 

Tutti ricordiamo le parole rassicuranti di Verderio dopo la sua nomina in merito al futuro della SAP, ed il risultato è sotto gli occhi di tutti.

Fatte queste precisazioni, l'UDC , nel suo ruolo di opposizione extra consiliare, non si sottrarrà  nel confronto con la maggioranza col fine di trovare soluzioni positive per il bene della comunità.

Attaccare la maggioranza in questo momento sarebbe come "sparare sulla croce rossa", ma riteniamo utile che si apra una collaborazione tra amministrazione e opposizione col fine di evitare errori come lo scioglimento dell' unione ( voluta unilateralmente dal sindaco Rosa e dalla maggioranza che la sostiene) senza un minimo confronto con i cittadini e le minoranze.

Dopo quasi 4 anni di mandato, la coalizione di " uniti e liberi" non solo non ha realizzato nemmeno una minima parte del suo programma, ma sarà ricordata come l'amministrazione capace di distruggere e costruire muri ( vedi rapporti con Ferno),ingannando i cittadini e soprattutto i propri elettori.


UDC Lonate Pozzolo

sabato 18 dicembre 2021

l'amministrazione Rosa dà il benservito alla Protezione civile come regalo di Natale




Dopo lo scioglimento dell'Unione dei comuni tra Lonate Pozzolo e Ferno voluto unilateralmente dall'amministrazione Lonatese guidata dal Sindaco Rosa, ora è il turno della protezione civile.

La decisione del divorzio con Ferno avrà come conseguenza lo scioglimento del comando di polizia locale (con tutte le conseguenze che ne deriveranno non solo dal punto di vista economico per le mancate entrate derivate dalle sanzioni emesse a Malpensa);  ma soprattutto per un inevitabile depotenziamento del corpo di polizia locale.

Purtroppo nel corso del mandato, l'amministrazione comunale Lonatese non ha fatto altro che distruggere letteralmente quanto di buono è stato fatto corso degli anni dalle precedenti amministrazioni comunali, indipendentemente dai colori politici.

Lo scioglimento dell''Unione dei comuni, il deterioramento dei rapporti con Ferno, la decadenza della municipalizzata SAP, lo scioglimento del comando di polizia locale, ed infine come regalo di Natale, il Sindaco Nadia Rosa dà il benservito al nucleo di protezione civile; in quanto la decisione porterà allo scioglimento dello stesso.

Uomini e donne che da anni servono il nostro paese gratuitamente, sempre pronte e disponibili ad ogni evenienza sacrificando il loro tempo libero per il bene della comunità, vengono liquidate per una decisione scellerata che avrà gravi conseguenze per i Lonatesi.

Agli amici della Prociv va la nostra gratitudine per tutto ciò che hanno fatto in questi anni, e poiché la speranza è l'ultima a morire, vi lasciamo con un sogno; che un giorno, quando finirà questo incubo, il gruppo possa ricostituirsi e continuare la sua opera per il bene della comunità.

Grazie ragazzi.


UDC Lonate Pozzolo