sabato 12 gennaio 2019

Lonate Pozzolo, cargo city Malpensa: alcuni lavoratori lanciano l'allarme e denunciano la totale anarchia nell'utilizzo dei parcheggi

L'allarme lanciato da alcuni lavoratori di cargo city a Malpensa, ( articolo apparso su "la prealpina" dell'11 Gennaio), in merito al rischio della sicurezza causato da una totale anarchia nell'utilizzo dell'area cargo, ci lascia sconcertati.
I lavoratori denunciano l'abuso da parte di automobili e mezzi pesanti, delle aree di parcheggio, delle aree dedicate al carico\scarico  e l'utilizzo delle strisce pedonali come aree di sosta, inoltre la totale mancanza di controlli da parte delle autorità competenti.
Ci siamo recati personalmente presso l'area cargo e constatato , con tanto di documentazione fotografica , quanto effettivamente vige una totale anarchia, una sorta di zona franca dove è possibile fare ciò che si vuole indisturbati e nella totale indifferenza e rassegnazione di molti operatori aeroportuali.
E' necessario ricordare inoltre, che l'area cargo city di Malpensa persiste sul territorio di Lonate Pozzolo, pertanto la domanda nasce spontanea: possibile che l'amministrazione comunale di Lonate Pozzolo possa permettere che ciò accada sul proprio territorio ? E' possibile che esista una zona franca dove non vi è  nessun controllo e non vengano rispettate le più elementari regole del codice della strada ?
Ma soprattutto, perché se siamo presenti con i nostri vigili a Malpensa terminal 1, " dove si incassano milioni di multe" non siamo presenti nell'area cargo di Malpensa ( territorio di Lonate Pozzolo?)
L'auspicio è che non accada mai nulla di grave, altrimenti qualcuno se ne dovrà assumere la responsabilità.

UDC Lonate Pozzolo





venerdì 4 gennaio 2019

Decreto sicurezza: I sindaci rispettino la legge.

E' tema attuale la decisione di alcuni sindaci di sinistra di opporsi al decreto sicurezza, nella parte che riguarda la non iscrizione all'anagrafe dei richiedenti asilo. A tal proposito è necessario ricordare che le leggi, piaccia o non piaccia, vanno rispettate, e se si riveste un ruolo pubblico non si può fare altro che uniformarsi alla stessa senza esitazioni.
Non può e non deve passare il messaggio che si possono rispettare solo le leggi che sono di gradimento; viviamo in uno stato di diritto e non in un paese dove vige l'anarchia. Se si vogliono cambiare le leggi l'unica strada è quella democratica, farsi eleggere e avere la forza politica di metterle in atto.
Anche noi, come partito di ispirazione cattolica, fummo contrari alla legge voluta dal precedente governo di sinistra che ha permesso alle coppie omosessuali di contrarre matrimonio, paragonandole a tutti gli effetti alla famiglia tradizionale composta tra uomo e donna, ritenendola contraria all'art. 29 della costituzione. A nessuno passò per la testa di disobbedire ad una legge dello Stato.

 UDC Lonate Pozzolo

sabato 8 dicembre 2018

Il centro di Lonate Pozzolo in uno stato di abbandono e degrado

Da sempre "la Piazza" rappresenta il biglietto da visita di un paese. Agorà (in greco antico: ἀγορά,raccogliere, radunare) è il termine con il quale nell'antica Grecia si indicava la piazza principale della polis. Si pensava che l'amministrazione comunale, in occasione della festa patronale e Natalizie, intervenisse per ridare un minimo di decoro alla nostra Agorà, invece nulla. Buche sulla sede stradale, paletti dissuasori divelti e danneggiati da mesi, alcuni cartelli stradali pericolanti ecc... Peccato, di sicuro non è un bel biglietto da visita per la nostra Lonate. Comunque abbiamo provveduto a segnalare il tutto al comune di Lonate Pozzolo a mezzo e-mail. Non ci rimane che attendere fiduciosi.




UDC Lonate Pozzolo









martedì 4 dicembre 2018

Bilancio partecipativo nel comune di Lonate Pozzolo: fumo negli occhi e tanto rumore per nulla.

L'amministrazione comunale guidata dal sindaco Nadia Rosa nel consiglio comunale del 27 Novembre  ha approvato il regolamento riguardante il bilancio partecipativo, mettendo a disposizione "l'astronomica cifra" di 30.000 euro. I cittadini e le associazioni saranno coinvolti nel decidere come spendere questi soldi messi a disposizione dall'amministrazione comunale. Se pensiamo che il bilancio del comune di Lonate Pozzolo si aggira intorno ai 10 MILIONI di euro, è facile intuire che si tratta di tanto fumo negli occhi dei Lonatesi. Una presa in giro a tutti gli effetti, con il solo scopo di illudere la cittadinanza attraverso un "finto coinvolgimento". Un 'amministrazione comunale che decide di approvare l'insediamento di un centro di accoglienza per richiedenti asilo (SPRAR) nel nostro comune, contro la volontà della stragrande maggioranza della popolazione. Un' amministrazione comunale che decide di realizzare un mega parcheggio a Tornavento su un'area di 3000 mq circa utilizzando ben 300.000 euro di soldi pubblici, fregandosene della contrarietà della maggioranza dei Lonatesi. Un' amministrazione comunale che approva un piano triennale delle opere pubbliche senza un vero coinvolgimento della cittadinanza. Però, cari Lonatesi, potete decidere come spendere 30.000 euro su un bilancio di 10 MILIONI di euro. Che magra consolazione...

UDC Lonate Pozzolo

mercoledì 21 novembre 2018

Forte concentrazione di cloro nell'acqua dei Lonatesi





















Dopo settimane di proteste da parte di molti cittadini in merito al forte odore di cloro nell'acqua a seguito del guasto avvenuto lo scorso 2 Ottobre, il sindaco ha deciso di emettere un comunicato sul sito istituzionale del comune di Lonate Pozzolo. Finalmente. 
Un comunicato che si potrebbe definire alla "Ponzio Pilato", un modo per lavarsene le mani, rimarcando che i valori sono al limite, ma non eccessivi, e rimarcando il fatto che la gestione non è più in carico alla SAP ma alla società ALFA. Come dire: noi non c'entriamo più niente.
Ricordiamo al sindaco che la responsabilità della salute pubblica è in capo al primo cittadino, indipendentemente da chi è il gestore delle risorse idriche, pertanto avrebbe "dovuto" dare le informazioni necessarie ai cittadini senza lasciar passare più di 1 mese.
I risultati delle analisi confermano che non vi è presenza di batteri nell'acqua, questo è sicuramente un aspetto positivo, rimane il fatto che dopo l'incidente del 2 Ottobre la concentrazione di cloro è più elevata; nel comunicato si fa notare che comunque il valore è nella norma di disinfezione e soprattutto non pericoloso per la nostra salute.
Caro sindaco, i cittadini chiedono solo di avere l'acqua senza batteri e che non sa di candeggina, come prima. E' troppo ? Inoltre non ritiene opportuno sospendere la distribuzione dell'acqua del rubinetto nelle scuole ? Non crede che bere candeggina tutti i giorni a lungo termine possa creare qualche problema ai nostri ragazzi ?

 UDC Lonate Pozzolo

giovedì 15 novembre 2018

A Lonate Pozzolo la gestione della cosa pubblica non può essere una questione di famiglia

Leggendo "ll Lonatese"si viene a conoscenza del fatto che il Presidente della SAP ( partecipata dal comune di Lonate Pozzolo al 50% che si occupa della gestione dei rifiuti) è il padre di un consigliere comunale di Lonate Pozzolo eletto nella lista del sindaco Rosa. Se pensiamo che tra gli impegni principali elencati dal sindaco nel programma politico\elettorale ve n'è uno con il quale non si può non essere d'accordo:
"NON DOVRA' ESISTERE NEPPURE IL SOSPETTO DI UN VANTAGGIO PERSONALE O FAMILIARE"  ,


Tutto ciò stride con chi ha fatto della trasparenza, dell'onestà, della legalità, e che si è assunto l'impegno affinché   non ci sia il minimo sospetto di conflitto di interesse, il cavallo di battaglia della campagna elettorale.
Il presidente della partecipata SAP è stato nominato direttamente dal sindaco Nadia Rosa, vogliamo pensare che sia stato nominato per le sue competenze specifiche nel settore, come previsto nelle norme di nomina dei componenti che occupano tali cariche, ma è evidente che tra i due soggetti , (padre e figlia) si è creato un potenziale conflitto di interessi, certamente dal punto di vista morale.
A tal proposito, riteniamo doveroso da parte della minoranza di centro-destra, composta dai consiglieri comunali di" Forza Italia", chiedere spiegazioni al sindaco in merito alla nomina e, se ve ne sono i presupposti, chiederne le dimissioni.



UDC Lonate Pozzolo